Convertire rapidamente file FLAC in mp3 con Ubuntu

 

Linux offre tanti strumenti per convertire file multimediali da un formato in un altro. Molti sono programmi che usano interfaccia grafica, che spesso vengono preferiti dagli utenti meno esperti perché ritenuti più pratici ed immediati. Non è però sempre così, come nel caso di cui parliamo oggi. Infatti su Ubuntu e derivate, con un solo comando da terminale, è possibile convertire tutti i file posizionati al’interno di una determinata cartella con formato FLAC in mp3. È una situazione abbastanza comune quella ritrovarsi con un intero album nel formato Free Lossless Audio Codec, che usa un codec libero. Però spesso si ha bisogno di convertirlo nel più comune mp3 (per motivi di spazio, perché il nostro lettore legge pochi formati ecc.). Questa utile procedura è semplicissima. Continua a leggere

Telegram: client per desktop disponibile per Ubuntu tramite PPA

Telegram

Telegram, l’ormai popolare servizio multipiattaforma di messaggistica open source, ha già da tempo disponibile una versione desktop per Linux. Da alcuni mesi è infatti possibile scaricare i binari precompilati dal sito ufficiale. Non occorre installare o compilare nulla: basta decomprimere il file .tar.xz (disponibile in versione 32 o 64 Bit), estrarre il contenuto e cliccare sul file Telegram. Continua a leggere

Trinity Desktop: rilasciata la versione R14.0.0

Il team di sviluppo dell’ambiente desktop Trinity (TDE), ha annunciato il rilascio della versione stabile R14. Questo ambiente desktop – ancora poco usato e conosciuto – si prefigge di riportare in auge la leggerezza e l’eleganza di KDE 3.5. Banalizzando e semplificando un po’, potremmo dire che Trinity sta a KDE come MATE sta a Gnome.

La versione 14 è stata sviluppata per due anni. Per demarcare la separazione dalla “mamma” KDE, cambia anche la numerazione delle versioni (composta ora da tre serie di cifre, rispettivamente per le major series, le minor series e per gli aggiornamenti della versione stable). Continua a leggere

Docky: risolvere i problemi più comuni su Ubuntu e derivate

Molti utenti Linux trovano comodo (oltre che esteticamente gradevole) aggiungere dockbar al proprio desktop. Sono circa una decina quelle più conosciute ed usate, come ad esempio Plank, AWN e Cairo-dock. Quella che però personalmente preferisco è Docky. È questa infatti quella che attualmente rappresenta il migliore compromesso fra funzionalità, bellezza e leggerezza. È inoltre presente nei repo ufficiali di Ubuntu ed è facilmente installabile con Ubuntu Software Center, con Gestore Pacchetti Synaptic o da terminale con il comando

sudo apt-get install docky

Purtroppo non sempre Docky funziona correttamente e presenta alcuni problemi conosciuti. Andiamo a vedere come possiamo risolverli (o arginarli).

Continua a leggere