Ninite cessa il supporto per Linux

Di solito non mi piace scrivere articoli vaghi e imprecisi. Ma questa volta sono costretto a farlo, mancandomi due informazioni importanti. Ma andiamo avanti.

Per chi non lo sapesse, Ninite è un servizio online che permette di scaricare un installer in grado di ottenere con una sola operazione più programmi, quest’ultimi scelti e selezionati dall’utente in precedenza. Molto utile per semplificare il lavoro di post installazione del sistema operativo, Ninite fino a pochissimo tempo fa era disponibile sia per Linux sia per Windows. Ora invece è disponibile solo per quest’ultimo.

Ed è questo il primo dato che non sarei in grado di fornire, cioè da quanto tempo Ninite non è più disponibile per il pinguino. Me ne sono accorto ieri casualmente, andando sul sito ufficiale e trovando scritto questo annuncio:

Amiamo Linux, ma non abbiamo tempo per rendere la nostra versione per Linux qualcosa di cui andarne fieri. Amiamo offrire solo i prodotti del nostro miglior lavoro, perciò abbiamo dovuto prendere la triste decisione di rimuovere la nostra pagina Linux.

Non riporta nessuna data, pertanto non saprei dire a quando risale. Dalle informazioni reperite in rete però si deduce che qualcuno l’ha usato su Linux fino a pochissimo tempo fa.Ninite-Ubuntu Come lascia intendere anche il team di sviluppo, non è questo un servizio di cui si sentirà troppo la mancanza. Se la versione per Windows funziona a dovere, lo stesso non si poteva dire per Linux. Infatti Ninite per Windows permette di installare con un’unica operazione tutto quel software necessario che bisognerebbe installare singolarmente (browser web, antivirus, plugin, media player, suite d’ufficio e tanto altro), in più “purgandolo” da crapware vario (niente Ask Toolbar, McAfee Security Scan e simili). La versione per Linux (che ad onor del vero era soltanto per Ubuntu e derivate), invece, disponeva di pochissimi programmi, la maggior parte dei quali già presenti nelle sorgenti software ufficiali. Inoltre, cercando nei vari forum, è possibile trovare casi sporadici  di utenti che hanno lamentato problemi dopo l’uso di Ninite su Ubuntu, anche se non è molto chiaro quali e di che natura (è questo l’altro dato molto impreciso che mio malgrado sono costretto a riportare, chiedendo anche ai lettori di prenderlo con il beneficio del dubbio).

Fatto sta che uno dei principali vantaggi di Ubuntu (e delle distribuzioni Gnu/Linux in generale), è proprio l’avere già integrato o attivabile tutto il software utile. Fanno eccezione soltanto pochissimi programmi di terze parti (Google Chrome, Spotify, TeamViewer e poco altro), a cui – va detto – è facile trovare valide alternative e/o usarne i servizi con vari sistemi. Ben vengano quindi servizi (basta che siano sicuri!) in grado di facilitare e velocizzare l’installazione di ciò che non si trova nei repository ufficiali. Per tutto il resto esiste già il Software Center o il copia/incolla di qualche riga di comando su terminale…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...