Eliminare Linux dal Pc ripristinando l’avvio di Windows

linux eraseIn questa guida vedremo come cancellare un sistema Linux nei computer in cui è installato in dual boot con Windows, rendendo quest’ultimo integro ed avviabile.

Possono essere più d’uno i motivi per i quali si decide di cancellare la distribuzione Linux in un computer: avete capito che Linux non fa per voi, lo usate già su altre macchine e ve ne serve una solo per Windows, dovete regalare o vendere il computer a persone che non lo desiderano ecc. In casi come questi non c’è nessun problema. Infatti il bello di questi sistemi è la loro assoluta libertà, perfino di poterli eliminare in tutta sicurezza. 

Alcune cose da sapere:

  • Questa procedura è valida per i casi più comuni e semplici, ovvero tutte le distribuzioni Linux installate accanto a Windows XP/Vista/7, secondo i metodi standard (quindi non per Ubuntu installato con Wubi!), nei computer con Bios o Uefi in modalità legacy.
  • Ci sono vari metodi per effettuare la stessa procedura (disco di ripristino di Windows, una chiavetta su cui sia installato FreeDos, programmi appositi per Windows ecc.). Ma questo può risultare il più utile, in quanto spesso non si hanno a disposizione alcuni strumenti come il disco di installazione di Windows.
  • La procedura è sicura. Tuttavia si consiglia sempre di effettuare un backup di eventuali file personali, sia su Linux (perché ovviamente andremo ad eliminarlo) sia su Windows.
  • La procedura è valida per Ubuntu e derivate, nonché per tutte le distribuzioni Linux che siano in grado di gestire i pacchetti .deb.
  • Qualora avessimo una distribuzione che non supporta i .deb, o anche nel caso in cui – a seguito di problemi – la nostra distribuzione non risulti avviabile, è possibile usare un live cd/usb (per i primi sei passaggi).

PROCEDURA

  1. Come prima cosa accendete il pc e avviatelo con Ubuntu (o altra derivata installata). Se lì avete qualcosa che potrebbe essere utile in futuro (password, file personali ecc.), ricordatevi di salvarlo su altri supporti (dischi esterni o chiavette usb): a breve andrete ad eliminare l’intera partizione Linux e tutto andrà perso.
  2. Scaricate da questa pagina il file ms-sys_2.1.0-1_i386.debms-sys_2.1.0-1_amd64.deb, a seconda dell’architettura del vostro sistema (a 32 o 64 bit).
  3. Cliccate sul pacchetto appena scaricato e installatelo con Gdebi o Ubuntu Software Center.
  4. Se avete più di un hard disk nel computer, oppure non sapete dov’è installato Windows, aprite un terminale e scrive il comando
    sudo fdisk -l

    per individuare la partizione NTFS (o più raramente FAT32). Se avete un solo disco rigido molto probabilmente sarà /dev/sda (Windows risiederà in una partizione chiamata /dev/sda1/dev/sda2 ecc.). Prendete anche nota delle dimensioni delle partizioni di Linux e della swap (riconoscibili nella colonna System rispettivamente dalla dicitura LinuxLinux swap / Solaris).

  5. Sempre con il terminale date il comando:
    sudo ms-sys -w /dev/sda

    cambiando la lettera finale se prima avete avuto un risultato differente. Ad esempio se Windows è installato in /dev/sdb1 il comando da dare invece sarà:

    sudo ms-sys -w /dev/sdb
  6. Adesso potete dare l’ultimo saluto ad Linux su quel pc. Riavviate il sistema (e rimuovete il CD o la pendrive se eravate in sessione live).
  7. Se tutto è andato bene partirà automaticamente Windows. Ubuntu è ancora presente, seppur non avviabile. NB: Se avete cambiato idea, questa è l’ultima occasione che avete per ripristinare grub, potendo nuovamente avviare sia Ubuntu che Windows.
  8. Dal menu Start recatevi su Pannello di controllo → Sistema e sicurezza → Strumenti di amministrazione → Gestione computer e nella colonna di sinistra fate clic su Gestione disco. Oppure cercate quest’ultima voce nel campo di ricerca.
  9. Nel tool di Windows apparirà l’elenco delle partizioni. Quelle di Linux saranno riconoscibili perché non saranno in filesystem NTFS o FAT32. Le loro dimensioni appuntate precedentemente possono agevolarne l’identificazione. Eliminatele come da figura sotto, cliccando sulla partizione con il tasto destro: 2015-07-21_114303NB: prestate molta attenzione, avendo cura di non eliminare inavvertitamente altre partizioni, come ad esempio quella di RECOVERY!
  10. Una volta eliminate sarà visibile uno spazio non allocato bordato di colore nero. Possiamo quindi estendere verso destra la partizione che si trova a sinistra dello spazio vuoto, oppure crearne una nuova in formato NTFS o FAT32 (a seconda delle proprie necessità).

Ecco fatto! Adesso il vostro pc avrà come sistema operativo soltanto Windows.

2 thoughts on “Eliminare Linux dal Pc ripristinando l’avvio di Windows

  1. GRAZIE GRZIE GRAZIE!!
    Volevo provare Ubuntu dopo una disastrosa esperienza mesi fa con debian, ma verso la fine dell’installazione mi ha detto che non poteva installare il bootloader, “errore fatale”, senza permettermi di fare nient’altro.
    Ho riavviato e mi sono trovato il grub rescue (INCUBO, ma quanto era bello e semplice lilo)
    Ne ho provate tante, ho perso una giornata, e poi ho trovato questo post, con il link al file per amd64.
    GRAZIE GRAZIE GRAZIE

    Ho letto successivamente che Ubuntu ha problemi ad installarsi in dual boot con Windows 10 in virtu del nuovo Uefi BIos. Avrei dovuto informami io prima dell’installazione, ok.
    Ma una verifica da parte del setup di Ubuntu prima che parta l’ installazione, e non alla fine quando il danno è fatto, è complicato farla? Sviluppatori di Ubuntu pensate agli sbadati come me e non solo ai supersmanettoni se volete crescere.

    Dopo questa procedura il sistema continuava a non avviarsi perchè diceva che il file “hal.dll” era danneggiato. Ma almeno mi sono levato dalle scatole quel terribile grub rescue. La procedura risolutiva l’ho trovata a questo link: http://www.kapilarya.com/fix-windows-10-master-boot-record-corrupted
    In particolare ho risolto con con il seguente comando: BOOTREC /REBUILDBCD

    Linux a mai più rivederci.
    Che giornataccia.
    Ancora grazie.

    Mi piace

    • Non ti rispondo dal punto di vista tecnico, poiché per fortuna hai già risolto ed inoltre ci sarebbero da fare troppe precisazioni in merito quello che hai scritto. Comunque sì, prima di effettuare “grandi manovre” sui computer o si provano procedura per la prima volta, è sempre bene prima informarsi con una ricerca su Internet. Preciso anche che, come scritto chiaramente nelle premesse, questa guida non è stata scritta per computer con Windows 10 e uefi. Specificavo pure che non è l’unico metodo per ripristinare l’mbr di Windows. Ciao e buona fortuna con Windows! 🙂

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...