L’update di Windows 10 potrebbe danneggiare i sistemi Linux in dual boot

ms_hates_linuxUn articolo del blog OMG! Ubuntu! pubblicato alcune ore fa riporta le segnalazioni di diversi utenti a cui l’update all’ultima build di Windows 10 (il cosiddetto Anniversary Update) avrebbe riservato una bruttissima sorpresa. Pare infatti che in alcuni casi l’aggiornamento comporti la cancellazione di una o più partizioni presenti nel disco rigido. Ciò potrebbe riguardare sia una partizione dati sia una che ospita in dual boot un sistema operativo GNU-Linux.

Tanti altri utenti al contrario riferiscono di non aver avuto alcun tipo di problema relativo alla convivenza dei due sistemi operativi sullo stesso computer. Tuttavia problemi simili non sono affatto una novità (anche al sottoscritto è capitato di recente di aggiornare un computer da Windows 7 alla versione 10, ritrovandosi al riavvio con dello spazio non allocato là dove c’era Ubuntu; questo ben prima del rilascio dell’Anniversary Update). Al momento pare che Microsoft non si sia ancora espressa in merito.

In questi giorni la casa di Redmond sta rilasciando gradualmente la nuova build, quindi diversi utenti riceveranno la notifica di aggiornamenti disponibili nei prossimi giorni o addirittura settimane. C’è tutto il tempo per correre ai ripari prendendo le solite precauzioni: effettuare un backup dei file e dati personali su un hard disk esterno. Può essere anche utile munirsi anche di una chiavetta con una distribuzione Linux live, utile per correggere eventuali problemi con GRUB o con il file /etc/fstab (Windows potrebbe creare una partizione di ripristino, cambiando quindi la numerazione delle partizioni presenti). Se Linux è installato su un disco rigido separato potrebbe anche tornare utile disconnetterlo prima della procedura di update. Se invece risiede in una partizione dedicata si può effettuare un backup della stessa attraverso i diversi software disponibili (ad esempio Clonezilla, Systemback, GParted ecc.). In caso di problemi rivolgetevi ai canali di supporto della distribuzione utilizzata.

Buona fortuna!

PS: Segnalate nei commenti se avete avuto questo inconveniente e se avete risolto, nonché se avete notizie di comunicazioni ufficiali di Microsoft.

AGGIORNAMENTO: Mentre sul web si sta diffondendo questa notizia, ho provato a chiedere tramite Twitter alcune delucidazioni ai canali ufficiali italiani di Microsoft. Questi ultimi però si sono limitati a suggerire di chiedere supporto tramite il sito answers.microsoft.com.

mstw

Ancora nessuna dichiarazione ufficiale quindi. Intanto su un computer ho provato ad eseguire il Windows 10 Anniversary Update (dopo aver preso le precauzioni di cui sopra), e non ho riscontrato nessun tipo di problema sia nella partizione dati sia in Ubuntu in dual boot. Questo a dimostrazione che – per fortuna – questo problema non affligge tutti i computer. Segnalo infine che:

  • L’aggiornamento resetta alcune impostazioni di sistema scelte dall’utente. Ad esempio occorre di nuovo disabilitare l’avvio rapido (che potrebbe compromettere alcune funzionalità o addirittura rendere non avviabile Linux in dual boot; per maggiori info consultare questa pagina).
  • Per alcuni utenti potrebbe essere utile anticipare l’aggiornamento anziché rimandarlo (specie in periodi di ferie come questo, molte persone potrebbero voler approfittare del tempo libero per dedicarsi alla manutenzione del pc). In questo caso basta seguire le indicazioni di questo link.

AGGIORNAMENTO 2: Altre fonti confermerebbero che questo bug non vada ad eliminare appositamente una partizione con installato un diverso sistema operativo, piuttosto si ipotizza che ci sia un problema che impedisca a Windows di riconoscere alcune partizioni (quindi anche NTFS o in altri filesystem), procedendo quindi con la loro cancellazione. Mancando comunicazioni ufficiali, circolano in rete diverse ipotesi. Una è che venga eliminata solitamente la partizione di dimensioni inferiori. Un’altra invece è che la partizione non venga propriamente eliminata, ma che venga invece invece modificata la tabella delle partizioni. Tant’è che alcuni utenti dichiarano di averla recuperata tramite alcuni programmi per Windows atti a tale scopo, come MiniTool Partition Wizard. Tuttavia la maggior prevenzione rimane sempre il backup.

Advertisements

One thought on “L’update di Windows 10 potrebbe danneggiare i sistemi Linux in dual boot

  1. Pingback: Dual boot Ubuntu 16.04 & Windows 10: far convivere i due sistemi operativi senza troppi problemi e stare senza pensieri | Pinguini per caso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...