Etcher: creare USB bootabili con pochissimi clic

logoEsistono tanti programmi per creare USB avviabili di distribuzioni GNU-Linux. Ne avevo fornito un elenco in questo articolo, poiché negli ultimi tempi molti utenti segnalano che UNetbootin, uno degli strumenti più utilizzati per scrivere immagini .ISO su USB, non funziona più bene come un tempo.

Questo mio precedente articolo però non includeva Etcher. Si tratta di un programma multi-piattaforma (disponibile per Windows, Mac e Linux) molto facile da usare. Avevo effettuato alcuni test con la versione precedente del programma, durante i quali avevo riscontrato alcuni problemi. Nei giorni scorsi, però, è stata rilasciata la versione v1.0.0-beta.15 (qui potete leggere le note di rilascio, con l’elenco delle nuove features e la correzioni apportate). Questa nuova versione sembra funzionare bene e, al momento, può essere una valida alternativa a UNetbootin  e ad altri programmi simili. Continua a leggere

Annunci

Elementary OS 0.4 Loki: guida postinstallazione

elementary

Non è passato molto tempo da quando ho pubblicato questa guida per completare l’installazione di elementary OS 0.3 Freya. Si rende però necessario il suo aggiornamento, in quanto di recente è stata rilasciata la nuova versione stabile elementary OS Loki 0.4 (in questa pagina potete leggere l’annuncio e le note di rilascio). La nuova release si basa su Ubuntu 16.04 LTS.

Fra le varie novità, troviamo il kernel Linux 4.4 LTS, Vala 0.32, nuovi indicatori e notifiche. Inoltre Loki viene solo rilasciata in versione 64 bit (quindi niente ISO 32-bit) e non prevede nativamente l’installazione di app esterne tramite PPA o in formato .deb (ufficialmente per garantire l’installazione di solo software sicuro).

Anche questa versione fa del minimalismo il suo principale punto di forza. Ma al tempo stesso può risultare poco versatile per gli utenti più esigenti. Nulla però che non si possa modificare: in questa guida sono elencati alcuni consigli per renderla più produttiva e flessibile. Come sempre siete liberissimi di applicare una o più modifiche a seconda dei vostri gusti. Continua a leggere

Usare Krita senza installare dipendenze di KDE

2000px-krita_application_logo-svgKrita è un programma per disegno e photoediting. È un software libero distribuito con licenza GPL. Valida alternativa a software come Gimp o il proprietario Adobe Photoshop, fino alla versione 2.9 era parte della suite d’ufficio Calligra. Anche se Krita è diventato di fatto un progetto indipendente, si basa su librerie Qt e applicazioni di base dell’ambiente KDE. Solitamente ciò vuol dire che, provando a installarlo su ambienti grafici diversi da KDE, necessita di tanti pacchetti dipendenti. In questo articolo però vi spiegherò come poterlo usare su tutti gli ambienti grafici, senza doverlo neppure installare.  Continua a leggere