Kodi 17: guida post installazione completa e aggiornata

Le statistiche di questo blog dicono che l’articolo più cliccato di sempre (nonché quello più copiato da altri siti o blog, fatemelo dire 😀) è la guida postinstallazione di Kodi. Dato l’interesse per l’argomento, ho deciso di aggiornare l’articolo. Infatti dal 2015 ne è passata di acqua sotto i ponti: il team di Kodi ha rilasciato la versione  17.0 “Krypton”, che ha rivoluzionato l’aspetto grafico, nonché è in arrivo la versione 17.1, che andrà a correggere alcuni bug dell’attuale release stabile.

Come la precedente guida, anche questa nasce con l’intento di riassumere le principali operazioni da compiere al primo avvio per configurare al meglio il media center open source, evitando così di dimenticarsene qualcuna. L’articolo contiene indicazioni specifiche per gli utenti di lingua italiana, con attenzione particolare per quelli meno esperti.

 INSTALLAZIONE

Se ancora non avete Kodi, dovete prima di tutto installarlo. Potete consultare su questa pagina le informazioni relative al vostro sistema operativo e al vostro dispositivo.

Se usate Ubuntu o una derivata, la versione disponibile nei repositories non è aggiornata. Quindi rimuovetela se installata (dipendenze comprese), poi aprite il terminale e digitate:

sudo add-apt-repository ppa:team-xbmc/ppa
sudo apt-get update && sudo apt-get install kodi

Per le altre distribuzioni GNU-Linux consultate questa pagina. Ricordo inoltre che Kodi è disponibile nel Google Play Store e nel Microsoft Store.

Se avete un Raspberry Pi consultate questa pagina, oppure direttamente i siti di LibreELECOpenELEC, OSMC o GeeXboX (le principali distribuzioni per Raspberry Pi che dispongono di Kodi in stand alone).

Una volta installato Kodi, avviatelo. Apparirà la seguente schermata:

kodi

Possiamo quindi iniziare a configurare Kodi, dopo esserci assicurati che il dispositivo utilizzato sia connesso a Internet.

1. LINGUA ITALIANA E LOCALIZZAZIONE

Prima di tutto configuriamo la lingua italiana. Dalla schermata principale (HOME) selezionate l’icona a forma di rotella in alto per accedere alla sezione System. Andate su Interface settings, poi nel menu Regional a sinistra. In Language selezionate Italian. Ora potete configurare anche le sezioni Layout della tastiera, Formato predefinito regione e Paese del fuso orario.

2. SCHERMO E RETE INTERNET

Se vi accorgete che la definizione dello schermo non è quella giusta, potete impostare quella corretta per il vostro monitor seguendo il percorso Sistema > Impostazioni Sistema > Schermo. Se invece non state usando Kodi in stand-alone ma come programma (ad esempio su computer con Windows, Mac o Linux), potrete scegliere se usare Kodi a schermo intero o come finestra, cambiando le impostazioni nella voce Modalità display.

Per quanto riguarda la rete, è molto utile cambiare i DNS nelle impostazioni di connessione del vostro dispositivo (vedete qui se usate una distro GNU-Linux) o, meglio ancora, nel vostro modem/router (consultate il manuale di quest’ultimo se non sapete come fare). Sempre se non usate Kodi in stand-alone non dovreste avere bisogno di impostare la password della rete wi-fi (sarà settata nel vostro sistema). Al contrario, se usate dispositivi come TV box, mini-pc o Raspberry Pi con installati Libre/OpenELEC o OSMC, dovrete invece autenticarvi alla rete wireless. Il percorso potrebbe cambiare leggermente in base al sistema usato: dovreste trovare il relativo menu sempre all’interno delle impostazioni per Libre/OpenELEC, mentre per OSMC bisogna accedere all’add-on My OSMC (preinstallato e presente nella schermata principale) sotto la voce Network.

3. INSTALLARE ADD-ON 

Una volta installato Kodi potete già riprodurre file multimediali salvati in locale (immagini, musica e video). Il media center è in grado di riprodurre nativamente la maggior parte dei codec e dei formati (per maggiori informazioni consultate questa pagina).

Ma una delle caratteristiche più interessanti di Kodi è la possibilità di poter installare un numero sterminato di add-on. Questi componenti aggiuntivi funzionano come delle vere e proprie app all’interno del media center. Potete scaricarne quanti ne volete, secondo i vostri gusti, necessità e preferenze.

È sufficiente cliccare dalla HOME la voce Add-on. Una volta entrati nell’omonima sezione basterà selezionare Scarica per visualizzare tutte le categorie di add-on (Giochi, Immagini, Musica ecc.). All’interno troverete elencati tutti gli add-on disponibili per la categoria selezionata. In alternativa, se già conoscete il nome dell’add-on desiderato, potete usare la funzione di ricerca presente nella HOME (icona a forma di lente in alto a sinistra) o nella sezione Add-on della schermata principale. Una volta selezionato l’add-on, cliccate su Installa. Nulla di più semplice!

kodi-addon-install

Potete iniziare già a scaricare tutti gli add-on che desiderate. Tuttavia di default sono disponibili soltanto quelli presenti nelle sorgenti software ufficiali. Questi add-on sono già un numero considerevole, ma inferiore a quello che si potrebbe ottenere installando add-on di terze parti. Questi sono installabili principalmente attraverso due modalità: con installazione diretta di un file .zip oppure abilitando sorgenti esterne. A tal fine continuate la lettura della guida.

4. ABILITARE FONTI ESTERNE

Questo passaggio preliminare è molto semplice. Seguite il percorso Sistema > Impostazioni Sistema Add-on. Poi nel riquadro a destra abilitate Sorgenti sconosciute e confermate.

5. ADD-ON DA FILE ZIP

Molti add-on possono essere scaricati da Internet e salvati sul pc o chiavetta USB per essere installati manualmente. Seguite il percorso: HOME > Add-on > Browser Add-on (l’icona a forma di pacco in alto a sinistra) > Installa da un file zip, indicando quindi il percorso del file scaricato.

Ecco un paio di add-on molto utili, installabili con la procedura descritta sopra:

  • URLResolver: indirizza correttamente i link bypassando eventuali pubblicità (download).
  • Stream on Demand: contiene contenuti dedicati agli utenti italiani (principalmente film e serie TV). L’add-on segnalerà la presenza di eventuali versioni aggiornate  (download).

6. ADD-ON DA REPOSITORIES DI TERZE PARTI

Molti altri add-on sono reperibili abilitando altre sorgenti. Un elenco è disponibile in questa pagina. Di solito i repositories di terze parti sono installabili da file .zip alla stessa maniera degli add-on.

Uno che consiglio di installare è sicuramente SuperRepo. Ecco la procedura per abilitarlo:

  1. Seguite il percorso HOME > Sistema > File > Aggiungi Sorgente.
  2. Si aprirà la finestra Aggiungi Sorgente File. Selezionate Nessuno e inserite l’indirizzo
    http://srp.nu

    Come nome inserite:

    SuperRepo

    Premete su OK per confermare.

  3. Tornate nella Home e seguite il percorso HOME > Add-on > Browser Add-on > Installa da un file zip e selezionate SuperRepo.
  4. Selezionate quindi la cartella corrispondente alla versione in uso di Kodi (nel nostro caso Krypton) e poi sulla successiva All. Infine selezionate il file .zip all’interno.

Per reperire e installare facilmente gli add-on da questa sorgente basta seguire il percorso HOME > Add-on > CategorieInstalla da repository > SuperRepo All.

NB: L’ultima versione di Kodi permette di scegliere la sorgente dalla quale installare o aggiornare un determinato add-on, qualora questo sia disponibile in repository differenti, spesso e volentieri in versioni più o meno recenti. Questa è un’opzione molto utile in caso di incompatibilità o altri problemi dovuti ad aggiornamenti.

6. LISTA ADD-ON UTILI

Ecco una lista di alcuni dei migliori add-on italiani e internazionali che potete installare subito:

VIDEO:

  • 1Channel: grande fonte per vedere film e show televisivi.
  • Alluc: add-on di terze parti correlato al portale Alluc.ee. Contiene molti film e serie TV (alcune in italiano). Richiede la registrazione.
  • ANSA: video realizzati dall’omonima agenzia di stampa italiana.
  • Classic Cinema: video dal portale classiccinemaonline.com, aggregatore di contenuti disponibili su Google videoarchive.org, come vecchi film e serie televisive.
  • Corriere TV: video di news dal sito corriere.it.
  • DailyMotion.com: client per l’omonimo portale.
  • Dplay: vari contenuti da canali telesivi italiani come DMax, Discovery, Real Time, Giallo e Focus. La versione disponibile non è funzionante e bisogna installarlo da file .zip scaricabile da questo link.
  • Exodus: è uno degli add-on di terze parti più popolari. Fork dell’abbandonato Genesis, permette di vedere tantissimi film e serie TV, anche in HD. Sono disponibili i sottotitoli in inglese o in italiano abilitando l’apposita voce nelle impostazioni.
  • Filmon.TV: live TV in streaming.
  • FlopTV: contenuti dall’omonimo canale TV.
  • Fox News: news e altri contenuti dall’omonimo portale.
  • Gorilla Stream: video in streaming, principalmente a contenuto sportivo.
  • Icefilms: film in streaming, con possibilità di effettuare anche il download diretto.
  • Il Fatto Quotidiano TV: video dal sito web del quotidiano.
  • ilMeteo.it: video con previsioni meteo.
  • MTV.it on demand: contenuti dal canale italiano MTV.
  • Navi-X: è uno degli add-on storici di Kodi. Permette la condivisione di video online, disponibili in diversi canali. Al momento non funziona correttamente con Kodi 17.0 (sembra invece funzioni con la 17.1 RC).
  • Phoenix: accesso da tantissime fonti a film, serie TV, news, cartoons,sport e anche a canali televisivi italiani.
  • Rai On Demand: dirette radio/TV e archivio del servizio pubblico RAI.
  • RivediLa7: dirette e repliche dei canali La7 e La7d.
  • Sundance TV: cortometraggi e cinema indie.
  • TV Koper Capodistria: contenuti dall’omonimo canale TV.
  • Velocity: film e serie TV in streaming.
  • VEVO: video musicali.
  • Video Mediaset: contenuti TV dai canali Mediaset.
  • Vimeo: client del portale.
  • Youtube: client del portale.

MUSICA:

  • DeeJay Reloaded: dirette e podcast dal canale radio.
  • Icecast: tanti canali radio da tutto il mondo.
  • JamBMC: contenuti di Jamendo (musica in licenza Creative Commons).
  • Mp3 Streams: riproduce in streaming un vasto catalogo di mp3.
  • Music Party Mode: permette di riprodurre la raccolta musicale in modalità Party.
  • Radio: tanti canali radio da tutto il mondo.
  • RadioTunes: offre l’ascolto di moltissimi canali radio gratuiti.
  • SoundCloud: client Soundcloud.
  • Spoti-MC: client Spotify (richiede account premium).
  • Virgin Radio Italia: dirette e podcast dal canale radio

IMMAGINI:

  • 500px: client per 500px.
  • Flickr: client per Flickr.
  • Google: ricerca immagini di Google.
  • NASA: cercando questo termine di ricerca potrete trovare alcuni add-on per visualizzare foto diffuse dall’agenzia spaziale americana (scattate dalla ISS, dal telescopio spaziale Hubble ecc.).

NB: Gran parte degli add-on suggeriti si trova nei repository ufficiali e/o tramite SuperRepo. Per quelli che non fossero disponibili attraverso queste fonti è sufficiente effettuare una ricerca su Google, che indicizzerà guide più o meno aggiornate con le relative istruzioni per l’installazione. Tenete inoltre presente che, per svariati motivi, gli add-on potrebbero prima o poi smettere di essere sviluppati e/o di funzionare correttamente.

7. CANALI TV

koditv

Con Kodi è possibile vedere i normali canali televisivi del digitale terrestre in chiaro, tramite streaming, sfruttando la connessione Internet (Rai, Mediaset, La7 ed altri, comprese emittenti locali). Seguiamo questa procedura:

  1. Se nella Home è già presente la voce TV, andate su Inserisci browser Add-on. Altrimenti seguite il percorso HOME > Add-on > Browser Add-on > I miei Add-on Client PVR.
  2. Cercate PVR IPTV Simple Client e selezionatelo.
  3. Aperta la finestra dell’add-on, selezioniamo Configura.
  4. Assicuratevi che alla voce Posizione corrisponda la modalità Destinazione remota (indirizzo internet). In URL playlist M3U scrivete l’indirizzo
    http://bit.ly/m3ubyinfogw 

    e confermate con OK.

  5. Ritornati nella finestra dell’add-on, premete il tasto Abilita.
  6. Se nella  Home non è presente la voce TV, abilitatela tramite il percorso Sistema > Impostazioni Skin > Elementi menù principale e spuntate TV.

Nella Home in TV > CategorieCanali saranno visibili in streaming le principali emittenti televisive italiane. Adesso Kodi ad ogni avvio effettuerà una breve scansione dei canali disponibili.

In alternativa potete usare un add-on di terze parti, Kodi Live TV, il cui file .zip  è scaricabile da questo link, installabile con la procedura descritta al punto 5. Dopo l’installazione sarà disponibile negli add-on video. Permette di vedere anche canali esteri ed ha un’apposita voce nel menu per cercare gli aggiornamenti.

8. SERVIZI METEO

kodimeteo

Se nella Home è già presente la voce Meteo cliccate su Imposta provider meteo. Altrimenti seguite il percorso Sistema > Impostazioni Servizio > Meteo. Andate su Servizio informazioni metereologiche > Altro. Nella finestra Servizio meteo scegliete quello che preferite (ad esempio OpenWeatherMap o Yahoo! Weather). Terminata brevemente l’installazione, non uscite e andate su Impostazioni dove potrete indicare la vostra località. Così avrete le previsioni nel menu METEO nella Home.

Inoltre è possibile visualizzare un’icona con le previsioni meteo in alto a destra, sotto l’orologio, abilitando la relativa opzione in Sistema > Impostazioni Skin > Generale > Mostra le info Meteo nella barra superiore.

9. CAMBIARE SKIN

Kodi permette anche di cambiare aspetto del tema grafico, detto “Skin“. Basta seguire il menu Sistema Impostazioni interfaccia > Skin > Skin. Nella maggior parte dei casi sono preinstallati soltanto i temi predefiniti come Estuary, Estouchy (ottimizzata per i dispositivi touchscreen) oppure la cara vecchia Confluence: 

screenshot-01

Possiamo però abilitare le skin più disparate. Ce n’è per tutti i gusti:

white20home20-20imgur

Basterà selezionare Altro per installare le altre skin disponibili. Potete provarne di diverse, scegliendo quella che preferite. Ovviamente potete cambiarle o eliminarle ogni volta che volete.

10. PROBLEMI CON AGGIORNAMENTO A KODI 17

Molti utenti hanno segnalato problemi in conseguenza dell’aggiornamento a Kodi 17.0 da versioni precedenti. Uno dei più frequenti è il mancato funzionamento di molti add-on. In tanti casi sembra però che la soluzione sia semplicissima: basta rimuovere e reinstallare l’add-on.

In attesa che con il prossimo rilascio di Kodi 17.1 vengano risolti questo ed altri problemi più o meno gravi, potete consultare o rivolgervi al forum ufficiale.

CONCLUSIONI

Quelle suggerite sopra sono solo alcune delle principali funzionalità di Kodi, spesso attivabili seguendo una o più opzioni. Kodi infatti permette di utilizzare tanti altri servizi e funzioni. Tra questi ricordo (in ordine sparso): giocare ad alcuni videogames, usufruire di contenuti salvati su altri dispositivi (pc, tablet o server collegati alla rete domestica), controllo remoto (da browser o smartphone/tablet usati come telecomando), accedere a Netflix con il proprio account ed altro ancora. Per informazioni su ulteriori funzionalità di Kodi consultate il wiki ufficiale o il sito italiano

Infine una nota doverosa per quanto riguarda gli aspetti legali. Essendo un software open source, Kodi ha permesso il proliferare di add-on di terze parti. Ovviamente molti di questi (riportati anche in questa guida) non sono di per sé illegali, ma possono permettere l’accesso a contenuti potenzialmente coperti da copyright. Perciò, se volete agire all’interno della legalità, seguite il mio consiglio: prima di vedere un certo film, ascoltare una qualsiasi canzone o seguire una determinata diretta televisiva, assicuratevi che ciò sia permesso dalle leggi e dai regolamenti del paese in cui vi trovate.

Enjoy!

Advertisements

2 thoughts on “Kodi 17: guida post installazione completa e aggiornata

  1. Pingback: Kodi: guida completa post installazione | Pinguini per caso

  2. Ti ringrazio per questa guida, anche se finora non ho capito come installare Kodi, ma avrò un elemento in più per confrontarmi con un amico per risolvere il problema degli Addon.
    Continua così……..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...