Ubuntu 18.04: spostare il Cestino dalla Scrivania alla barra laterale

cestino_dockGli sviluppatori di Canonical ce l’hanno messa tutta per far assomigliare il desktop di Ubuntu 18.04 (con GNOME) alla vecchia interfaccia (con Unity). Tuttavia una delle differenze tra queste due interfacce è che l’icona del Cestino è ora situata nella Scrivania anziché nella barra a sinistra. In questo articolo descriverò come trasferire questa icona dalla Scrivania alla Dock laterale in pochi semplici passaggi. Continua a leggere

Annunci

apt vs apt-get: un po’ di chiarezza

apt_apt-getLo scorso anno una delle novità di Ubuntu 16.04 LTS è stata l’introduzione del comando apt. In realtà una versione precedente di apt è stata rilasciata nel 2014, ma ce ne siamo accorti tutti solo quando ci è stato detto di usare apt install nome-pacchetto al posto di apt-get install nome-pacchetto, modus operandi a cui eravamo abituati. Vi potreste chiedere qual è la differenza fra i comandi apt-get e apt. O anche: che necessità c’era di introdurre apt, visto che viene usato praticamente in modo identico (con le opzioni install, remove, update, upgrade ecc.)? apt è forse migliore di apt-get? Bisogna usare adesso apt, oppure possiamo continuare il buon vecchio apt-get?

Vediamo di affrontare la questione e di chiarire un po’ le cose.  Continua a leggere

Elementary OS 0.4 Loki: guida postinstallazione [aggiornata a 0.4.1]

elementary

AGGIORNAMENTO [Febbraio 2018]

Dopo quasi un anno e mezzo, rimetto mano a questa guida. Attualmente risulta essere una delle più consultate di questo blog, quindi correggo alcune cose che sono cambiate, anche in seguito al rilascio della point release 0.4.1, lo scorso anno. Perché non ho pubblicato direttamente una nuova guida? Beh, la maggior parte delle indicazioni qui contenute sono ancora valide. Ma, soprattutto, mancano soltanto un paio di mesi al rilascio di Ubuntu 18.04, a cui seguirà (presumibilmente sempre in primavera) il rilascio di elementary OS 5.0 Juno (no, non ho sbagliato a scrivere: pare abbiano cambiato sistema di numerazione). Quindi, all’occorrenza, scriverò una guida completamente nuova quando sarà il momento giusto. Buona lettura!

Non è passato molto tempo da quando ho pubblicato questa guida per completare l’installazione di elementary OS 0.3 Freya. Si rende però necessario il suo aggiornamento, in quanto di recente è stata rilasciata la nuova versione stabile elementary OS Loki 0.4 (in questa pagina potete leggere l’annuncio e le note di rilascio). La nuova release si basa su Ubuntu 16.04 LTS.

Fra le varie novità, troviamo il kernel Linux 4.4 LTS, Vala 0.32, nuovi indicatori e notifiche. Inoltre Loki viene solo rilasciata in versione 64 bit (quindi niente ISO 32-bit) e non prevede nativamente l’installazione di app esterne tramite PPA o in formato .deb (ufficialmente per garantire l’installazione di solo software sicuro).

Anche questa versione fa del minimalismo il suo principale punto di forza. Ma al tempo stesso può risultare poco versatile per gli utenti più esigenti. Nulla però che non si possa modificare: in questa guida sono elencati alcuni consigli per renderla più produttiva e flessibile. Come sempre siete liberissimi di applicare una o più modifiche a seconda dei vostri gusti. Continua a leggere

Elementary OS Freya: post installazione e ottimizzazione.

notebook

AGGIORNAMENTO: è ora disponibile una guida post-installazione anche per elementary OS 0.4 Loki.

Questo mese è stata rilasciata la versione beta della prossima release di elementary OS 0.4 Loki che introduce alcune interessanti novità (per maggiori informazioni leggere questo post). Se i tempi di sviluppo saranno analoghi alle ultime due versioni Luna e Freya, potrebbero volerci ancora tanti mesi per il rilascio della prossima versione stabile. In attesa quindi che venga rilasciata elementary OS 0.4 Loki basata su Ubuntu 16.04 LTS, possiamo sempre installare l’ultima stable, ovvero elementary OS 0.3 Freya basata sull’ormai rodata Ubuntu 14.04 LTS.

Come già evidenziato in questo precedente articolo, il minimalismo è il principale punto di forza di questa derivata. Ma ciò che la rende semplice ed “elementare” (presenza dei soli programmi indispensabili, configurazioni molto rigide ecc.) può rivelarsi al tempo stesso un problema per gli utenti un minimo esigenti. In questa guida andrò ad elencare alcuni consigli per renderla più produttiva e flessibile alle esigenze individuali. Ovviamente siete liberissimi di applicare una o più modifiche a seconda dei vostri gusti. Continua a leggere