Ubuntu 17.10 Daily Build: ora GNOME è davvero il desktop di default

ubu17.10Gnome

Chi segue lo sviluppo di Ubuntu 17.10 Artful Aardvark si sarà sicuramente accorto che da alcuni giorni era approdata la sessione con GNOME Shell e si stavano pian piano rimuovendo i pacchetti di Unity (compresi quelli di GNOME appositamente “forkati” per il “vecchio” desktop di casa Canonical). Questa operazione da oggi può dirsi compiuta. Infatti se si scarica la .iso giornaliera sarà presente GNOME come unico desktop nella live. È disponibile in due sessioni, GNOME e GNOME Wayland. Uno screenshot di come appare lo potete vedere sopra.

Rimangono anche alcuni programmi come Rhythmbox e Thunderbird, la web-app di Amazon. Rimangono pure il login manager LightDM e i temi Ambiance/Radiance (in versione riadattata). Tuttavia mancano ancora diversi mesi al rilascio della Final Beta e poi della Release Candidate, prima ovviamente del rilascio finale di ottobre. Tante cose potrebbero ancora cambiare. Intanto…

Bye bye Unity!

UPDATE: Passata neanche mezzora dalla pubblicazione dell’articolo, già una notizia contraddice in parte quanto riportato sopra. Pare infatti che stia iniziando la transizione da LightDM a GDM.

Skype per Linux: la versione 4.3 del client smetterà di funzionare il 1 luglio.

skypetuxQualche giorno addietro Microsoft ha annunciato una nuova versione di Skype completamente ridisegnata, con alcune funzioni già presenti nei social e nelle app di messaggistica più recenti. Tra le novità, una nuova interfaccia, la possibilità di aggiungere “reazioni” ai messaggi ricevuti nelle chat, la funzione “highlights” (che dovrebbe essere concettualmente simile alle “storie” di Instagram) ecc. Non è ancora chiaro se il nuovo Skype, già disponibile per Android e presto anche per iPhone, Windows e Mac, approderà mai su Linux.

Intanto è da poco comparso nella pagina di download del client Skype for Linux Beta (per ora non in quella in italiano) il seguente annuncio: «Important notice: All Skype for Linux clients version 4.3 and older will be retired on July 1, 2017. To keep chatting, please install the latest version of Skype for Linux». Quindi Microsoft si appresta ad abbandonare il supporto al vecchio client per Linux nelle versioni 4.3 e precedenti. Trattasi delle versioni presenti nei repo di Ubuntu e di altre distribuzioni. Niente di nuovo, in realtà. Questa versione web based del client (attualmente la numero 5.3) purtroppo presenta un’integrazione desktop abbastanza limitata.

È evidente la politica della casa di Redmont, ossia dare priorità ai sistemi più diffusi (il fatto di aver preferito aggiornare prima l’app per Android di quella per lo stesso Windows ha creato leggeri malumori perfino negli utenti di quest’ultimo). Il che non farebbe ben sperare gli utenti del pinguino. Intanto, in attesa di futuri annunci, per noi utenti Linux conviene:

  1. Prepararci a rimuovere la vecchia versione Qt del client Skype in favore di Skype per Linux beta (se non fatto in precedenza).
  2. Tenere presente che Skype è utilizzabile anche via browser web a questo indirizzo.
  3. Prepararci ad utilizzare (e a far utilizzare) programmi simili e/o alternativi (Telegram, Wire ed altri).

 

XFCE: la segnalazione di bug più divertente che sia stata mai scritta!

d20arj1sbvmy

Usare lo sfondo del desktop di default nell’ambiente grafico XFCE potrebbe danneggiare lo schermo LCD del vostro computer. Ci sarebbero infatti diverse prove fotografiche a supporto di questa tesi (vedi foto in alto).

Accortosi di tutto ciò, un utente ha pensato bene di aprire un bug relativo a questo “strano fenomeno”, lamentandosi che a causa di quell’immagine di sfondo il suo animale abbia iniziato a graffiare la plastica dello schermo, chiedendo pertanto di cambiare l’animazione!

Il bug (esistente dal 2015) è stato recentemente riportato in auge da una discussione su Reddit. Se anche voi avete a casa un simpatico amico peloso che tende a graffiare topolini sullo schermo del vostro computer, non preoccupatevi per i vostri monitor: è stato già proposto un bugfix 😂.

via

Enjoy!

Peek Gif Recorder: ora disponibile via PPA e in italiano

peekIn un articolo precedente avevo parlato di Peek, un strumento semplice e utile per catturare GIF animate direttamente dal desktop.

Da qualche giorno è disponibile la versione 0.9.1 del programma. Si tratta in effetti di un minor update della precedente versione 0.9.0 (rilasciata poche ore prima) che aveva introdotto alcune novità. Fra queste, oltre che bugfix e correzioni varie, ne troviamo due molto interessanti. La prima è la disponibilità di nuove lingue fra cui quella italiana. L’altra è che Peek è adesso disponibile con i PPA dedicati. Per installarlo, quindi, basta digitare nel terminale:

sudo add-apt-repository ppa:peek-developers/stable
sudo apt-get update && sudo apt-get install peek

Per aggiornarlo, invece, basta lanciare solo il primo comando. Peek verrà così aggiornato con i normali update di sistema, eseguibili anche da terminale con il consueto:

sudo apt-get upgrade

In questa pagina è disponibile il changelog. Sulla pagina del progetto trovate anche le indicazioni per come contribuire a migliorare la traduzione.
Enjoy!