Ninite cessa il supporto per Linux

Di solito non mi piace scrivere articoli vaghi e imprecisi. Ma questa volta sono costretto a farlo, mancandomi due informazioni importanti. Ma andiamo avanti.

Per chi non lo sapesse, Ninite è un servizio online che permette di scaricare un installer in grado di ottenere con una sola operazione più programmi, quest’ultimi scelti e selezionati dall’utente in precedenza. Molto utile per semplificare il lavoro di post installazione del sistema operativo, Ninite fino a pochissimo tempo fa era disponibile sia per Linux sia per Windows. Ora invece è disponibile solo per quest’ultimo. Continua a leggere

VLC 2.2.0 Stable: come installarla in Ubuntu 14.04

Da pochi giorni è disponibile VLC 2.2.0 Weatherwax, nuovissima versione del famoso lettore multimediale open source che include tante correzioni, miglioramenti e nuove funzionalità. Questa nuova release è disponibile nei repo ufficiali daily di VLC, ma purtroppo soltanto per Ubuntu 14.10 Utopic e 15.04 Vivid Beta. In questo articolo andiamo a vedere come installare VLC 2.2.0 (o aggiornarlo da una versione precedente) in Ubuntu 14.04 TrustyContinua a leggere

Opera: rilasciata la versione 26 stabile per Linux

Opera è uno dei migliori browser web disponibile per Linux ed altri sistemi operativi. Anche se non diffuso quanto Firefox o Chrome, presenta molte funzionalità che, nell’uso quotidiano, non lo rendono affatto inferiore ad altri “colleghi” più noti e usati.

Continua a leggere

DUKTO Facile strumento per condividere file tramite wi-fi tra Linux e ogni altro tipo di device

Esistono innumerevoli metodi per trasferire file da un device ad un altro. Si parte dai normali trasferimenti tramite memorie esterne (chiavette usb, hard disk esterni, schede SD ecc.) o collegamenti fisici (il normale cavetto usb), a collegamenti wireless come il Bluetooth, fino ad arrivare a svariati sistemi che usano invece la rete internet. È il caso delle comuni email, vari programmi fra cui quelli di messaggistica (Skype, WhatsApp, Telegram ecc.), di condivisione del desktop (TeamViewer), di peer-to-peer, le tante piattaforme cloud (i vari DropBox, Google Drive, OneDrive, iCloud ecc.). A questi metodi vanno inoltre aggiunti i sistemi che sfruttano le reti wi-fi, che vista la diffusione capillare di quest’ultime, spesso si rivelano utili e veloci. I più recenti sistemi operativi, infatti, permettono nativamente di creare cartelle condivise fra più device per trasferire file e cartelle. Oppure è possibile farlo tramite software e applicazioni dedicate (AirDroid, SuperBeam, Air Transfer e tante altre).  Continua a leggere