Ubuntu Tweak chiude definitivamente i battenti

utNon è una di quelle notizie che giungono inaspettate. Ubuntu Tweak non riceveva da anni aggiornamenti importanti. In più, con il rilascio di Ubuntu 16.04, in molti si erano accorti dell’impossibilità di installarlo su Xenial. L’autore del progetto, Tualatrix Chou, pressato dalle email di utenti che gli segnalavano problemi con la nuova release di Ubuntu, ha deciso di comunicare ufficialmente la morte del progetto. Il sito internet, che registra ancora qualche migliaio di contatti al giorno, riporta ora al suo blog personale. Anche le pagine Github e Launchpad recano la dicitura «This project is no long under maintenance». Continua a leggere

Visitare siti oscurati con Linux cambiando DNS

Vi collegate al sito dove abitualmente trovate i link per scaricare film o le vostre serie TV preferite, ma è oscurato con in bella vista il logo del vostro internet provider. Oppure siete in visita o vivete in uno stato estero che applica la censura sul web e non potete visualizzare il vostro blog o sito di informazioni preferito.

Bisogna iniziare a disperarsi? Non ancora. Infatti queste restrizioni possono essere talvolta aggirate in maniera del tutto semplice e legale, almeno in Italia. Basta soltanto cambiare i DNS nelle impostazioni della connessione internet. In questo articolo andiamo a vedere come eseguire la procedura tramite il tool nm-applet, preinstallato in gran parte delle distribuzioni Linux. Continua a leggere

Debian e Ubuntu: come ottenere informazioni sui pacchetti

deb-dpkgSe usiamo Debian o Ubuntu, oppure una delle loro derivate, sicuramente avremo un po’ di familiarità con i pacchetti software DEB.

Spesso si ha bisogno di conoscere alcune informazioni sul software installato o che si vuole installare. In questo articolo andiamo a vedere alcuni semplici e comodi comandi da terminale per scoprire utili dettagli sui pacchetti.

Continua a leggere

Docky: risolvere i problemi più comuni su Ubuntu e derivate

Molti utenti Linux trovano comodo (oltre che esteticamente gradevole) aggiungere dockbar al proprio desktop. Sono circa una decina quelle più conosciute ed usate, come ad esempio Plank, AWN e Cairo-dock. Quella che però personalmente preferisco è Docky. È questa infatti quella che attualmente rappresenta il migliore compromesso fra funzionalità, bellezza e leggerezza. È inoltre presente nei repo ufficiali di Ubuntu ed è facilmente installabile con Ubuntu Software Center, con Gestore Pacchetti Synaptic o da terminale con il comando

sudo apt-get install docky

Purtroppo non sempre Docky funziona correttamente e presenta alcuni problemi conosciuti. Andiamo a vedere come possiamo risolverli (o arginarli).

Continua a leggere