Raspberry Pi 2 B: quali accessori acquistare

RASP-800x800

PREMESSA: Con questo articolo non voglio fare pubblicità a nessuna casa produttrice o rivenditore. L’intenzione è quella di dare consigli utili per evitare di acquistare articoli non compatibili o non perfettamente funzionanti.

Quello che vedete nella foto è il mio Raspberry Pi 2 B (come molti di voi già sapranno dotato di Cpu 900 MHz e di 1 GB di RAM) con case trasparente. Sulla famosa singleboard ho installato OpenELEC (distro linux ottimizzata per far girare agevolmente Kodi in standalone). Sono stato contento nel constatare che tutto l’hardware connesso è stato riconosciuto immediatamente, senza neanche dover scaricare driver o aggiornare in un secondo momento.  Continua a leggere

Annunci

Ubuntu: rimuovere player indesiderati dal soundmenu

Schermata del 2015-03-23 12:30:17 Un piccolo trucco per chi su Ubuntu (o una derivata) ha installato più di un programma per riprodurre musica e video.

In questi casi, infatti, cliccando sul tasto del volume (soundmenu) appare un menu a tendina con tutti i player multimediali che supportano l’integrazione con questo plugin del pannello. Molto comodo per lanciarli direttamente da lì o, se in esecuzione, per avere informazioni sul media o scorrere fra le tracce. Diversa la situazione se i programmi cominciano ad essere tanti (come nell’immagine a sinistra), quando il menu a tendina non fa altro che occupare spazio sul desktop ogni volta che si vuole regolare il volume del computer. Di seguito illustrerò come configurare il soundmenu in pochi semplici passaggi, rimuovendo i collegamenti ai player non desiderati. Continua a leggere

Ubuntu MATE 15.04: creata un’immagine per Raspberry Pi 2

materaspUno sviluppatore ha creato e reso disponibile al download una versione Beta di Ubuntu MATE Vivid per Raspberry Pi 2.

Si arricchisce quindi l’offerta di immagini di sistemi operativi dedicati al single-board computer campione di vendite di questo inizio 2015. Ubuntu MATE potrebbe diventare un’alternativa alle immagini già disponibili sul sito ufficiale (come Raspbian, Ubuntu Snappy, Pidora ecc.), agli altri progetti della comunità e all’annunciata futura versione di Windows 10 per il minipc made in UK. Continua a leggere

Privacy Indicator: disattivare facilmente la registrazione delle attività su Ubuntu

Una delle novità principali introdotte a suo tempo da Ubuntu con l’adozione di Unity è stata la Dash. Questa, oltre ad essere un lanciatore di programmi, è uno strumento avanzato che permette anche altre azioni, come il collegamento veloce ai file salvati sul nostro computer, ricerche su Internet, programmi non installati disponibili sul Software Center ecc. Un tool “intelligente”, quindi, perché mette in evidenza le azioni frequenti nel nostro sistema, per ottimizzare la fruizione da parte dell’utente. Per questo motivo adopera strumenti in background che monitorano e tengono traccia delle azioni compiute sul nostro computer.

Continua a leggere