Ubuntu: disabilitare la sospensione alla chiusura dello schermo [mini-guida]

5340309206_e592a0c4c3_bOggi una mini-guida per disattivare in Ubuntu e derivate la sospensione del notebook alla chiusura dello schermo (detto anche sportello o coperchio).

La funzione che permette di far rimanere il computer acceso quando si abbassa lo schermo è integrata in Windows, ma potrebbe essere non presente nelle impostazioni di Ubuntu a seconda della versione o della derivata in uso.
Questa funzionalità può tornare utile in vari casi. Ad esempio se vogliamo utilizzare schermo, tastiera e mouse esterni, oppure se, ad esempio, a casa avete un gatto che ama passeggiare sulla tastiera 😀 e dovete assentarvi per un po’ mentre mentre è il sistema è in esecuzione. Continua a leggere

Ubuntu: le future versioni avranno codename ispirati ai personaggi Marvel.

ubu.marvelSin dal rilascio della storica versione di Ubuntu 4.10 Warty Warthog, Canonical ci aveva abituato a nomi in codice delle versioni ispirati ad animali più o meno immaginari. Abbiamo visto koala karmici, pagolini precisi, ma anche unicorni utopici e lupi mannari astuti.

Oggi, 1° aprile 2019, Mark Shuttleworth ha comunicato tramite il suo blog che si cambia rotta. Dopo aver annunciato una partnership con la Walt Disney Company (che ha affidato a Canonical le gestione dei propri server), le prossime versioni di Ubuntu avranno nomi ispirati ai personaggi dell’universo fumettistico Marvel (dei cui diritti Disney è titolare da alcuni anni).
Si inizierà con Ubuntu 19.10 che si chiamerà Elektra, personaggio comprimario di Daredevil. Da notare che è stata mantenuta una continuità con i nomi delle precedenti versioni, poiché si è scelto un codename che rispetta l’ordine alfabetico di Disco Dingo, nome in codice di Ubuntu 18.04 ormai prossima al rilascio.

Quindi, in un futuro non troppo lontano potremmo vedere edizioni di Ubuntu con nomi in codice quali Nick Fury, Iron Man oppure Spider-Man.

Krita ora disponibile via snap

starting-krita
Buone notizie per gli utenti Linux che utilizzano Krita come software di fotoritocco e digital painting. L’ultima release ufficiale, la 4.1.7, è finalmente installabile tramite snap.
Ciò comporta alcuni vantaggi. Infatti in precedenza per usufruire di Krita esistevano principalmente due metodi: tramite pacchetto presente nei repository oppure tramite .appimage. Il primo comporta di solito l’installazione di diverse dipendenze di kde (abbastanza scomodo se non era in uso questo desktop), il secondo non prevede l’aggiornamento automatico (rendendo necessario il download del pacchetto dal sito ufficiale ad ogni nuovo rilascio). I pacchetti snap, al contrario, integrano al loro interno tutte le librerie necessarie e godono di update automatici.

Per Ubuntu 18.04 e superiori Krita può essere installato facilmente da Ubuntu Software. Per non scaricare inavvertitamente la versione nei repository universe basta verificare che nel campo Dettagli alla voce Sorgente sia presente la dicitura Snap Store.

Altrimenti per andare sul sicuro basta usare il terminale. Soltanto se avete Ubuntu 16.04 installate prima le funzionalità snap:

sudo apt install snapd

Quindi installate Krita con il comando:

sudo snap install krita

Per rimuovere il programma digitate invece nel terminale:

sudo snap remove krita

Gli ultimi due comandi sono inoltre validi per le altre distribuzioni GNU/Linux (Debian, Fedora, Arch ecc.) dopo aver installato e abilitato snapd (consultate eventualmente i manuali della distro che utilizzate, se necessario).

Enjoy!

 

Rilasciato Kodi 18.0 “Leila”: installiamolo su Ubuntu e derivate.

kodi_blog_k-18l_c_900x336Pochissimi giorni fa è stata rilasciata la nuova versione stabile del media center Kodi, (in passato noto come XBMC), la release 18.0 Leia, chiamata così come tributo all’omonimo personaggio di Star Wars che non ha certo bisogno di presentazioni.

Fra le tante novità, ricordiamo:

  • Modifiche alla skin Estuary
  • Supporto per le periferiche dedicate al gaming e al retro-gaming
  • Migliorie al supporto DRM
  • Nuova modalità per esplorare le librerie musicali
  • Miglioramenti per la funzionalità Live TV (supporto a Zattoo, Teleboy, Sledovanitv.cz ecc.)
  • Supporto blu-ray
  • Supporto a Mir/Wayland per Linux

Un’elenco più completo delle novità è disponibile nell’annuncio ufficiale.

Di seguito le istruzioni per installarlo su Ubuntu 16.04, 18.04, 18.10 e derivate. Continua a leggere