Due anni di Pinguini per Caso

2106330760_3eaf611cb9Il 28 novembre 2014 pubblicavo il mio primo articolo. Oggi quindi il blog spegne le prime due candeline. Come sempre, in occasione di anniversari e compleanni, viene spontaneo fermarsi un attimo per guardare indietro e cercare di fare il punto della situazione.

È un blog, questo, nato praticamente per gioco. Per motivi lavorativi mi serviva pasticciare con WordPress.com per fare pratica con una piattaforma di blogging. Così in quattro e quattr’otto ho creato Pinguini per caso, dedicandolo ad uno degli argomenti che più mi interessavano. Il nome l’ho scelto praticamente in dieci secondi e – diciamocelo – non è di sicuro la scelta migliore che mi poteva venire in mente. Per caso mi sono ritrovato ad essere blogger, immaginando di abbandonare tutto dopo pochi mesi, una volta passato l’interesse e l’entusiasmo iniziale. Invece le cose sono andate un po’ diversamente 🙂 Continua a leggere

DistroWatch: a cosa serve (e soprattutto a cosa non serve)

distrowatch720x340

Alzi la mano chi non ha mai visitato o consultato lo storico sito DistroWatch. Nel corso degli anni è diventato praticamente un’istituzione per gli appassionati di sistemi operativi liberi. Sempre aggiornatissimo, facile da consultare, permette di conoscere la quasi totalità dei sistemi GNU/Linux (ed altri), di scoprirne di nuovi, dai più diffusi a quelli più sconosciuti, dalle distro attive a quelle abbandonate “morte e sepolte”. Con i filtri di ricerca interni è possibile confrontarle, seguirne lo sviluppo e le novità compresi i nuovi rilasci, visualizzarne le caratteristiche, accedere a recensioni, link di download e molto altro.

Una delle funzioni più popolari è certamente la classifica delle distro (ne parleremo dopo!), visualizzabile direttamente dalla Home del sito. Spesso ho sentito diverse inesattezze riguardanti questa classifica. Passi pure che a fare confusione siano alcuni utenti di turno, quando dicono la loro su forum o sui social network. Ma a volte possono prendere delle vere e proprie cantonate anche altri soggetti – in teoria – più affidabili: è successo ad un famoso blog di tecnologia (fra i più visitati in Italia) con un articolo pubblicato il mese scorso, addirittura anche alla pagina italiana di Wikipedia (nella versione leggibile fino a pochi giorni fa). Direi che è giunto il momento di provare a fare un po’ di chiarezza. Continua a leggere

I 10 utenti Linux da evitare come la peste.

all-tux-penguins-wallpapers-1024x768-800x800

La comunità open source è fatta di persone che prevalentemente lavorano, si incontrano e comunicano attraverso canali “virtuali” come Internet. Quando leggiamo forum e blog, i gruppi sui social network dedicati al pinguino, non bisogna mai dimenticare che dietro ai vari account, i nickname e gli avatar ci sono sempre esseri umani in carne e ossa. Parliamo quindi di individui con tutti i loro pregi e difetti, con una vasta gamma di comportamenti.

Tempo fa ebbi modo di leggere questo articolo che parlava di alcune tipologie di utenti Linux molto antipatiche e fastidiose. Prendendone spunto, mi sono divertito a scriverne una nuova versione semiseria, basandomi sulla mia esperienza personale.

Continua a leggere

21 errori che fanno gli utenti inesperti di Linux o Ubuntu

imagesNell’introduzione di questo articolo sarò breve. Ho semplicemente raccolto alcuni degli errori più comuni che commettono gli utenti meno esperti di Ubuntu (o di altre distribuzioni Gnu-Linux) durante l’installazione e l’utilizzo del sistema operativo. L’elenco è sicuramente incompleto.

Se avete appena installato per la prima volta una distribuzione Gnu/Linux, prima di fare danni più o meno gravi, leggete questo articolo e ricordatevi che le risposte ad ogni dubbio sono sempre a portata di click usando i motori di ricerca. Se invece dovete ancora installare consultate anche questo articolo precedente.  Continua a leggere